martedì 11 febbraio 2014

Danesi



I danesi sono sempre stati tra i miei lieviti preferiti e ancora oggi ricordo, con nostalgia ed acquolina in bocca, i fine serata da "Romoli" a Viale Eritrea a mangiare i danesi caldi..  

Li ho gustati anche a Copenaghen ed è curioso che questi dolci in Danimarca, loro patria, si chiamino wienerbrød (pane di Vienna). 

Dopo vari esperimenti fatti vi presento la mia versione:

Ingredienti
per ca 30 danesi

5 dl di latte freddo
15 g di lievito
100 g di zucchero
2 uova
1 cucchiaino di cardamomo
1 kg di farina
650 g di burro

Ripieno di mandorle:

100 g di mandorle tritate
200 g di zucchero a velo
1 albume 
mezzo cucchiaio di burro


Crema di vaniglia:
2 tazze di latte
35 g di farina
2  tuorli d'uovo
50 g di zucchero
1 stecca di vaniglia



In una planetaria amalgamo le uova e lo zucchero, aggiungo poi il latte tiepido in cui ho sciolto il lievito, le uova, il cardamomo e la farina. 


Quando l'impasto è ben lavorato faccio una sfoglia rettangolare di circa 1,5 cm di spessore. Sopra ad essa stendo con il mattarello il burro e ripiego la pasta in tre come un tovagliolo. Avvolgo l'impasto nella pellicola trasparente e lo metto in frigo per 20 minuti. Ripeto questa operazione altre due volte o fino a quando il burro non è ben amalgamato nella pasta.  
Intanto preparo il ripieno: mescolo insieme le mandorle tritate con lo zucchero a velo, aggiungo l'albume e il burro a temperatura ambiente fino ad ottenere un impasto omogeneo. 

Stendo infine la pasta e sistemo il ripieno in strisce facendolo aderire delicatamente con le dita. 


Taglio la sfoglia in maniera di avere tanti quadrati. 


Li sistemo su una placca da forno ad un pò di distanza l'uno dall'altro e li copro di nuovo con un telo finchè non diventano soffici. 


Intanto preparo la crema di vaniglia.
Scaldo il latte in un pentolino con la stecca di vaniglia e i semi che prima ho tolto. In un'altra ciotola mescolo i rossi d'uova, lo zucchero e lafarina . Quando il latte bolle, aggiungo un terzo del latte nella ciotola e spengo.
Amalgamo e poi aggiungo il restante latte. Dopo rimetto il preparato nella pentola e lo faccio andare a fuoco basso, continuando a girare finchè non diventa cremoso.


Sistemo la crema al centro dei quadrati di pasta e piego i bordi in modo da creare dei fagottini con la crema visibile al centro. 

In forno caldo a 230 gradi per 12-15 minuti o fino a quando non sono dorati.



Ora una spennellata di glassa (acqua e zucchero) e eccoci pronti!




Buona colazione!!




2 commenti:

  1. sono una vera meraviglia!!
    da oggi ti seguo con vero piacere,Mirtilla
    www.angolocottura.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! anche io ti seguo con piacere.. a presto!

      Elimina